Gabbiani

 

I gabbiani sono il simbolo dell’estate; non c’è autore che non li abbia citati in un romanzo, in una canzone, in una poesia. Sono nei quadri di ispirazione marina, nei poster di ogni località di vacanza, sono il soggetto preferito di ogni fotografo.  I gabbiani vivono sulle coste, tra porti e spiagge, lasciano prevedere che tempo farà. Ma da qualche tempo non li capisco più. Sarà che le immense discariche sono per loro come una tavola imbandita ma stanno diventando uccelli metropolitani. Si avventurano sempre di più verso l’interno della città, sostituendosi agli antipatici piccioni che ormai sono delle prede. I terrazzi di fronte la mia finestra ormai sono il loro regno, li sentiamo arrivare già da lontano con il loro strepitio temendo, una volta o l’altra, di trovarceli in casa.

 

 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Città. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Gabbiani

  1. Umberto ha detto:

    io tempo fa li ho trovati che giravano a San Lorenzo a Roma, nel cortile, all’interno di una serie di palazzi! -assurdo-

  2. Virginia ha detto:

    che colori, eh, quelli della foto!!!

  3. Virginia ha detto:

    in effetti, ai tempi di cardarelli, i gabbiani facevano scena solo al mare e dintorni, ma adesso sono molto più cittadini.ma per me gli insopportabili in assoluto sono i colombi, quelli mi fanno veramente specie!:-(

  4. Giulio ha detto:

    Effettivamente una volta li vedevo come un simbolo di libertà, belli, bianchi, puliti… Ora invece tendo sempre di più a vederli fra i bidoni dei rifiuti e a disputarsi il cibo con piccioni e gatti. Hanno perso molta dell’antica poesia.

  5. Lilla ha detto:

    sono anche qui, in piena città … dove l’unica ‘acqua’ che c’è è la fontanella che sta nella piazza … in compenso, con la raccolta differenziata, abbiamo cumuli di immondizia … forse non ‘bevono’ … ma da mangiare ne hanno a iosa … 😦

  6. Signora ha detto:

    oh oh.. una Fab poetessa stasera? :-)sarà che per me sono un’abitudine, ma trovo corretto il loro nome in inglese: sono veramente come le galline!almeno a giudicare dal rumore che fanno :-S ps. devono avere un ‘nido’ vicino a casa mia perchè la mattina si sostituiscono alla mia sveglia…

  7. fab ha detto:

    io son come loro, in perpetuo volo….la vita la sfioro, com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo.E come forse anch’essi amo la quiete,la gran quiete marina,ma il mio destino è viverebalenando in burrasca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...