Quel che resta da dire

Lo aveva già stigmatizzato Pier Paolo Pasolini con la sua feroce analisi sociologica e politica.
Lo aveva già previsto Giorgio Gaber con la sua garbata ironia.
Lo aveva anticipato Ennio Flaiano con la sua vena satirica.
Sembra che tutto sia stato già detto o scritto.
 

Tempi duri per gli intellettuali.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Quel che resta da dire

  1. Fabio ha detto:

    direi di si… oramai tutti tuttologi!

  2. Virginia ha detto:

    be’, se i maitre à penser sono del calibro di un orrido minzolini meglio lasciar perdere!:-((l’ho detto da fab, a flaiano bisognerebbe fare una statua!:-)

  3. Sonja ha detto:

    Niente di nuovo sotto il sole…..

  4. Signora ha detto:

    con altri protagonisti, altri modi di comunicazione, ma la ciclicità del Vico è sempre lì, davanti ai nostri occhi…e non credo che sia ‘peggio’, è che questa volta capita a noi :-S

  5. Federico ha detto:

    E’ perché il mondo si ripete, sempre uguale.(anche se, adesso, mi pare un pochino peggio…)

  6. fab ha detto:

    eppur continuiamo a stare

  7. micky ha detto:

    http://www.youtube.com/watch?v=mHasxeZ-88gnon essendoci più niente da dire mi limito a ripetere e sottolineare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...