Il padre sospeso

La storia di un’adozione è raccontata di solito dal punto di vista femminile; la quasi totalità dei libri sull’argomento che ormai occupano un intero scaffale della nostra libreria è scritta da donne, per lo più madri che hanno vissuto quest’esperienza e la riportano, chi come diario di viaggio, chi come percorso psicologico, chi come romanzo.

Non ne ho letto nessuno di tutti questi libri, tranne uno “Il padre sospeso” di Fabio Selini.

Perché una volta tanto è la storia vista dalla parte dell’uomo e leggendolo non si può fare altro che vedere riflessa tutta la propria  esperienza, condividerne le sensazioni e sorridere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Il padre sospeso

  1. Giulio ha detto:

    Interessante questo libro… Lo metterò nella "wish list".

  2. Josef ha detto:

    Volevo solo fare una precisazione. Non commento perchè non mi sento adatto a farlo, perchè non credo di avere molto da dire e perchè se devo dirti qualcosa te lo dirò in diversa sede.

  3. Paola ha detto:

    Allora, racconta…sono qui che ascolto.

  4. ariel ha detto:

    ne ho uno in classe di mia figlia..rimasto vedovo appena dopo l’adozione..beh mi basta frequentare Lui!!bacio!

  5. Flavia ha detto:

    Io intanto inserisco questo libro sulla mia lunga lista intitolata "Libri da leggere".Ciao Mauro!

  6. Silykot ha detto:

    E’ vero che la paternità è trascurata, in ogni situazione.Sono contenta che tu sorrida…. vedrai tra un po’ che sorrisi!!!! 🙂

  7. Mauro ha detto:

    @ Virginia: tu non sei mia amica, sei la mia "altra-ega"

  8. Edoardo ha detto:

    Potrebbe pericolosamente ripercuotersi. Ma lo leggerò ugualmente.

  9. Virginia ha detto:

    e io?:-((((((((((((((((((((((((((((((((((

  10. Mauro ha detto:

    @ Fabio e Du’: sono felice di avervi come amici

  11. Fabio ha detto:

    sarà perchè a frustazione, la passione, l’attesa, l’apprensione sono tutte al femminile. ma in fondo il desiderio è anche degli uomini. non smettere di sorridere, tanto poi smetterai di attendere!

  12. Du ha detto:

    Sorridere su situazioni che ci tengono in ansia è una gran cura.

  13. micky ha detto:

    credo che il signor fab abbia un’idea alquanto ristretta e poco realistica della mia profondità di vedute. Quanto al resto, ho già risposto privatamente a chi ha dimostrato un encomiabile e rarissimo garbo.La frase "frutto dei miei lombi" era una citazione evidentemente non colta…

  14. Mauro ha detto:

    @ Virginia: te la dovevo la spiegazione!@ Fab: son contento che tu l’abbia letto, quanto al commento di Micky (detesto l’idea dell’adozione, avrei sempre paura di sentirmi dire "tu non sei mio padre" e voglio poter utilizzare la locuzione "frutto dei miei lombi"), mi lascia perplesso ma queste sono cose che si devono "sentire", e soprattutto si deve crescere.

  15. fab ha detto:

    ho letto il libro…la storia .condivisa da tutti quelli che compiono un lungo e difficile percorso per amore..solo per amore.

  16. fab ha detto:

    credo che il signor micky abbia un’idea alquanto ristretta e poco realistica dell’esser genitori…

  17. micky ha detto:

    detesto l’idea dell’adozione. avrei sempre paura di sentirmi dire "tu non sei mio padre" dal pargolo…e voglio poter utilizzare la locuzione "frutto dei miei lombi" 😀

  18. Virginia ha detto:

    tiro ( in parte ) un sospiro di sollievo!:-DDDciao mauro, buon fine settimana lungo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...