Il futuro non è qui

Molte capitali hanno un passato che custodiscono ed esaltano rigorosamente, noi abbiamo un glorioso passato remoto e anche un passato prossimo ma il tempo che più si addice alle nostre città, e soprattutto a Napoli, è l’imperfetto, nel suo significato di incompiutezza, di pressappochismo, di mancanza.
Berlino è invece il tempo futuro, dai grattacieli che ospitano le nuove aree di aggregazione e socializzazione alle installazioni museali che non ho mai visto in nessun altro posto.
E come ogni volta che si va in una città europea ci si meraviglia e ci si domanda perchè in Italia e soprattutto a Napoli il progresso e il senso civico si siano arrestati molti anni fa.
 
Filmmuseum – Berlin (trova il Maumozio)
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Città. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il futuro non è qui

  1. clelia ha detto:

    ciao Mauro! Bella domanda, l’eterna domanda. C’è chi dà la colpa ai Borboni, chi ai Savoia, chi a Bassolino…Eh,cautamente, io lancio questa: e se fosse nel nostro stesso dna, mescolato e rimescolato da secoli di razziatori, mariuoli e ruffiani che hanno soggiornato nel nostro bel presepe guastandone i pastori? I napoletani sono un popolo civilissimo, con tradizioni culturali invidiabili alle spalle, e ancora oggi qualcosa si muove, le mostre e i muse lo dimostrano. Purtroppo c’è anche una parte- una buona parte- dei napoletani che sa vivere solo approfittandosi degli altri, come al tempo fecero i mercanti arabi e i mercenari spagnoli. Poi Napoli è un porto di mare, da sempre in balia di tutto ciò che approda per farne commercio e lucro. E il rimedio qual è? Cacciare Bassolino, per dirne una, e i suoi sodali. Ripulire le amministrazioni, mettendoci tanti Brunetta al comando. Rigore, disciplina e basta vittimismi, dico io. No?

  2. Kalispera ha detto:

    Berlino è nell’elenco delle mie prossime mete.Il fatto di possedere tanta storia architettonica fa pensare ai più, con ignoranza, che nulla di contemporaneo andrebbe costruito, perchè "stona".Siamo "provinciali".Ci sarebbero mille esempi da fare: dall’Ara Pacis citata da Federico (io ci feci più di un post lo scorso anno), agli ascensori panoramici del Vittoriano a quelli per il superamento delle barriere architettoniche del Colosseo…alla piazza del Molo del mio "paesello" e questo per rimanere "in zona".Purtroppo l’ignoranza, proietta sull’arte e l’architettura gli stessi pregiudizi che ha sul genere umano: DIVERSITA’= DIFFIDENZA.Questo non vuol dire che "l’erba del vicino sia sempre più verde", perché, chi osserva con occhio critico, è in grado di cogliere anche le cose che funzionano meglio a casa nostra, che, sono poche, d’accordo, ma ci sono…

  3. Mauro ha detto:

    @ Fabio: ti sei spiegato benissimo!

  4. Federico ha detto:

    Berlino è il futuro, come lo è Londra, o Barcellona, o anche (n loro piccolo) capitali dell’est europeo come Tallin. Quando vado in giro mi rendo sempre di più che siamo un paese vecchio, abitato da vecchi che non sanno più rinnvare la propria cultura…Anche io, come fabio, pensavo leggendo il tuo post al casino fatto per l’ara pacis a Roma…

  5. Virginia ha detto:

    quanto a cercarti… ma tu vuoi troppo dagli occhi nostri!

  6. Virginia ha detto:

    in effetti la scommessa della ricostruzione che non fosse un’autocitazone – non se la potevano permettere, comunque – i berlinesi l’hanno vinta! e vivvadio hanno fatto la scelta più razionale ed interessante – per chi ama l’arte e l’architettura moderna – che potessero fare. hanno pensato anche, da bravi teutonici, che " investire " in qualcosa che è fuori dell’ordinario potesse rendere in termini economici – oltre che in termini di " unicità ". non sono mai stata a berlino, ma sono sicura che mi piacerebbe molto – e le foto di mauro sono sempre sintonizzate sul " canale " giusto!:-)))qualche aneddoto sul colore locale?

  7. Paola ha detto:

    Condivido il tuo pensiero e il pensiero di Fabio…E mi piacerebbe visitare Berlino…

  8. Fabio ha detto:

    Non avevo mai scritto un commento così ngarbugliato prima d’ora. Comunque bellissime foto, come sempre.

  9. Delilah ha detto:

    Mauro, io ho amici Napoletani che pur riconoscendo i limiti della propria cittàsono comunque fieri della propria città…spero che tu abbia portato a casa un po’ di diserbante :DDD:)DelilahLahLù.

  10. Fabio ha detto:

    E non solo i mezzi pubblici, sempre più puntuali di me che li perdo regolarmente.A parte l’invidia che provo in questo momento per non aver visitato ancora Berlino dopo ormai un anno e mezzo di vita tedesca, potrei dire che in germania non esistono le concessioni edilizie facili concesse dai comuni per fare cassa, non si conosce l’abusivismo edilizio, l’architettura moderna si integra perfettamente con quella del passato (a Roma hanno fatto un casino per la Teca dell’Ara Pacis- ma mi facciano il piacere!!! che ci dovevano costruire un tempio greco attorno?). Magari non hanno proprio voglia di ricordare il passato ma almeno non si afflosciano come facciamo noi che ci culliamo su un passato glorioso che irrimediabilmente e passato (per definizione).

  11. Du ha detto:

    Io alla Germania invece invidio molte cose.I mezzi pubblici per esempio..

  12. Mauro ha detto:

    @Delilah Lah Lù: il vicino la propria erba se la cura, da noi crescono le erbe infestanti@ Sig.ra dei Sogni: infatti, non associarla al passato, Berlino è il futuro

  13. Signora ha detto:

    mi associo a Lù: non so perchè ma la Germania non mi ha mai attirato… forse perchè la associo ad un passato non proprio glorioso? forse perchè proprio Berlino ne è stata l’origine? non so…comunque non amo il futurismo… preferisco una vecchia Parigi con i suoi bistrot [e non mi piace la zona ‘nuova’ della Défense…] oppure una Londra austera nel suo Strand, o ancora la zona vecchia di Lisbona…

  14. Delilah ha detto:

    per Napoli dovresti riuscire a spiegarlo tu che lì ci vivi Mauro..luogo comune: l’erba del vicino é sempre la più verde.(io alla Germania non invidio nulla).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...