Per correggere eventuali eccessi di punteggiatura

A volte eccedo con i punti esclamativi. Già metterne uno è troppo, l’enfasi non è necessaria nella maggior parte dei casi.

Abuso anche dei puntini sospensivi, mi sono imposto di ridurne l’impiego, lasciano troppa incertezza in chi legge, come se ci fosse sempre qualcosa di non detto, di allusivo, ma mi viene il sospetto che serva a darsi il tono di chi ha molto di più da dire sull’argomento.

Mi limito invece sui punti interrogativi, alle tante domande non ho sempre trovato risposta per cui, in molti casi, ho deciso di non farmene più.

Ultimamente ho riscoperto il punto e virgola, separa ma unisce nello stesso tempo, è un segno che parte da un concetto per legargli un’idea che ne sia la continuazione, la derivazione, la ramificazione. Perchè è mutevole, eclettico, molteplice.

Come me.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Note personali. Contrassegna il permalink.

21 risposte a Per correggere eventuali eccessi di punteggiatura

  1. Mariko ha detto:

    Sono d’accordo con Salmastro e pure con Ross. Scrivere qui è come parlare "de visu" con gli amici!

  2. maria ha detto:

    Io invece sono eccessivamente parentetica 🙂

  3. Fabio ha detto:

    Ma,non mi. Dirai che…con una ? cattiva punteggiatura. Non si riesce! ugualmente a: farsi capire:dimenticavo? qualcosa; il ; appunto. punto.

  4. Fabio ha detto:

    Prima usavo molto i punti. E non mettevo mai la maiuscola ad inizio frase. Ora cerco di scrivere bene.

  5. Josef ha detto:

    L’uso della punteggiature è una missione impossibile. Non credo di aver mai imparato.

  6. salmastro ha detto:

    tu dici sempre di scrivere di qualsiasi argomento, ogni idea o desiderio proprioil blog è pur sempre nostro personale aperto ai consensi o dissesnsi altruilo è anche nella forma noooooo?

  7. Giulio ha detto:

    Anch’io ho la mania dei puntini di sospensione. Cerco di autolimitarmi ma ogni tanto mi scappano… ooopsss! 😉

  8. Signora ha detto:

    Credo che esistano due tipi di scrittura. Quella ‘discorsiva’ che utilizziamo qui, nei post, che spesso sostituisce una vera e propria conversazione con i nostri interlocutori/lettori e la scrittura in senso aulico, quella dei romanzi o delle cronache. Non mi sognerei mai di utilizzare i puntini di sospensione in un racconto, al massimo uso delle frasi brevi, a volte senza verbo, per enfatizzare un concetto. Il punto e virgola ho smesso di usarlo da quando mi sono dedicata alle lingue straniere. Il punto interrogativo solo nei dialoghi, per il resto uso una preposizione interrogativa indiretta.I puntini, qui, servono ad avvertire che il discorso/concetto potrebbe essere più lungo e articolato, ma preferisco lasciare che l’immaginazione del lettore concluda a suo modo. I puntini sospensivi sono un segno di libertà in fondo… 🙂

  9. Oreste ha detto:

    Io credo che ciò che scrivi vada benissimo. La lingua è un punto di equilibrio. Da un lato ha le sue regole e queste regole vanno rispettate (senza esagerare). Dall’altro è una cosa viva, in continua evoluzione e non possiamo certo cristallizzarla perchè sarebbe sempre più difficile usarla.Direi infine che è uno strumento e come tale, è un mezzo che è sempre meno importante del fine.L’importante, secondo me, è comunicare bene, rispettando le regole della propria lingua, ma senza esagerare.Non so se ho capito bene ciò che volevo dire. Poi magari tu mi spiegherai.CiaoOreste

  10. Andre ha detto:

    Io adoro il punto e virgola.

  11. Donatella ha detto:

    Cerco di stare sempre attenta a usare la punteggiatura correttamente, ma a volte resta un mistero!

  12. Robba ha detto:

    Io dovrei smetterla coi puntini di sospensione…

  13. Virginia ha detto:

    fate come i miei alunni. se va bene, ogni tanto, solo punti fermi; alè!piaciuta l’esibizione?

  14. Fabio ha detto:

    concordo.trovo il " ; " elegante, di buon gusto, mai inopportuno.mi piace.

  15. Umberto ha detto:

    cavolo sul ; sono d’accordo, sto studiando e facendo dei riassunti in questo periodo mi è utilissimo per abbreviazioni mie molto personali.I … e i !!! mi piace usarli proprio per lasciare qualcosa sospesa lì o per dare enfasi, mi sono accorto tempo fa di usarne parecchi, ma ho deciso di continuare così, e cerco di unire così l’enfasi a cose in sospeso 🙂 …

  16. Mauro ha detto:

    @ Lilla: uscita la figlia, entrata la madre

  17. Du ha detto:

    Io quando inizio a scrivere ne abuso, poi quando rileggo, guardo tutto quello spreco e inizio a riprenderli.

  18. Azzurra ha detto:

    Ah..la punteggiatura! Che delizia.

  19. ha detto:

    anche per me come per la micetta i …puntini di sospensione sono un’abitudine !!!!!!!!!!!

  20. ariel ha detto:

    le mie…sono bolle!!..non puntini…come devo dirlo!!….°°°°°°00000:-))))

  21. Lilla ha detto:

    ehmmmm … stendiamo un velo pietoso sui puntini? ti prego!io credo di essere una "puntinisospensividipendente" :)mi piace il "punto e virgola", anche se non lo uso mai … nei miei puntini è compresa tutta la punteggiatura :)PS: come sta la maumozia? ora che la paura è passata, avete fatto una bella zuppa??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...