Il Giallo di Napoli

Il giallo di Napoli è il colore del tufo, la pietra caratteristica che costituisce il materiale con cui sono costruiti molti edifici della città e la rete di gallerie che si dipana nei suoi sotterranei.
Il giallo di Napoli è il colore del tuorlo dell’uovo, il simbolo a cui è legata la tradizione della nascita e della morte della città.
Il giallo di Napoli è il colore della faccia dei San Gennaro che nelle orazioni/invettive delle fedeli al patrono diventa "faccia ingialluta".
Il giallo di Napoli è un pigmento dalla tonalità molto chiara che fa risaltare gli altri colori e che è presente non solo in molti elementi della pittura napoletana ma anche in opere di autori che hanno frequentato la città partenopea come il Caravaggio.
Il giallo di Napoli è una mostra di opere di artisti internazionali, pittori, scultori, fotografi, a cui Jean Noel Schifano ha chiesto di confrontarsi con questo colore in un omaggio alla città che l’ha visto per tanti anni direttore dell’Istituto Francese Grenoble.
 
 
 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il Giallo di Napoli

  1. Claudio ha detto:

    Decisamente tanti i "gialli" a Napoli e provincia… 😀

  2. maria ha detto:

    E poi ci sono i gialli dei tanti misteri napoletani irrisolti.

  3. Mauro ha detto:

    @ Fabio: ci sarà il sistema, magari devi aggiungermi, invitarmi…boh@ Virginia: è pure il mio preferito, manco a dirlo@ Ross: sì molte iniziative in questo periodo

  4. Fabio ha detto:

    quando tu aggiorni il blog, a me non compare…

  5. Signora ha detto:

    ho visto che non solo Napoli. ma tutta la Campania stanno facendo molta promozione soprattutto sul turismo culturale, compresa una pubblicità televisiva per la quale è stata scelta come colonna sonora una bellissima canzone di Fossati! 🙂

  6. Virginia ha detto:

    il giallo è uno dei colori che amo in maniera incondizionata:-))notavo, dalle opere di alcuni artisti in mostra, la vocazione di napoli ad accogliere l’arte moderna – dalla transavanguardia a lucio amelio, in poi – un paese legatissimo alla tradizione che apprezza il nuovo. ah, l’animo contradditorio dei napoletani!

  7. ariel ha detto:

    …secondo me l’acqua e’arrivata alle sinapsi caro Fabio….:-DDD

  8. Fabio ha detto:

    e io che ero arrivato a questo post convinto di aver letto "il GALLO di Napoli" mi chiedevo da quando a napoli ci fosse un GALLO particolare (non che fossi molto esperto sul GIALLO di napoli). Urge un nuovo paio di occhiali?

  9. ariel ha detto:

    ..certo Maumau pero’la porti tu la brioche!!!;-DDD

  10. Donatella ha detto:

    ottimo! sono nella mia fase gialla… ma non è ittero 🙂

  11. maria ha detto:

    Sembra interessante!

  12. Edoardo ha detto:

    E allora perché?(E’ propio un giallo!)

  13. ariel ha detto:

    …..quanto mi piacerebbe vederla….chissa’se riesco a venire…vediamo!!..per scaramanzia non dico nulla…:))

  14. Ferdinando ha detto:

    Non vedo l’ora 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...