Smonto la baracca e via

Sarà la calura estiva, sarà la stanchezza di un anno, sarà che le vacanze estive sono cominciate ma non basta tutto questo a giustificare la diminuzione di tensione della blogosfera. E se per qualcuno si tratta di un rallentamento dell’attività del blog per molti altri  l’avventura finisce qua.  Ormai non passa giorno che non legga di blog che chiudono, e non per ferie: sono proprio degli addii. Troppi impegni di lavoro, di famiglia, sociali, impediscono di mantenere aggiornato il blog, magari è pure una crisi di creatività, o la consapevolezza di non aver nulla più da dire. Qualche volta ci ho riflettuto pure io sulla capacità di mantenere sempre aperto questo spazio, e sulla difficoltà di riuscire a trovare comunque argomenti.

Per adesso continuo, mantengo un profilo basso, da understatement, qualche post segnerà dei picchi, molti altri saranno di un livello medio, qualcuno più basso ma proseguo a condividere grandi e piccole tappe della mia tourné in questa vita.

Saluto il mio pubblico.          

circo

Technorati Tag: ,,
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Blog. Contrassegna il permalink.

19 risposte a Smonto la baracca e via

  1. Giulio ha detto:

    Penso che sia un rilassamento fisiologico dovuto alle ferie. Io sono stato via una settimana ed ho trovato tanti di quei post da leggere sui blog che seguo che avrei bisogno di un’altra vacanza solo per leggere tutto 😉

  2. maria ha detto:

    E vero, un sacco di bloggers stanno mollando. Io andrò avanti finché mi divertirò e reputerò di poter divertire gli altri. Il tuo pubblico ringrazia.

  3. Mauro ha detto:

    è un saluto da grande attore ruffiano o attore grande ruffiano che cerca di ingraziarsi il pubblico

  4. Fabio ha detto:

    non ho ben capito..
    dici di proseguire a condividere le tappe.. di continuare mantenendo un profilo basso..
    e poi concludi scrivendo: saluto il mio pubblico (come se fosse un addio..).
    boh?
    illuminami 🙂
     

  5. Fabio ha detto:

    beh, io alla fine son 2 anni che ho il blogio son del parere che il tempo per scrivere 2 cosine si trova…

  6. Josef ha detto:

    Forse è proprio questo, il caldo. La testa bolle e scoppia.Io credo che sia proprio l’estate l’assassino di creatività. I blogger vanno in vacanza e se ancora non sonoandati preferiscono cercare ristoro da qualche parte piuttosto che stare fissi davanti al pc (altra fonte di calore).Almeno credo.

  7. Virginia ha detto:

    ricambiamo il saluto

  8. Signora ha detto:

    Apri una porta aperta anche con me. Il blog è e deve rimanere un piacere, oltre che un modo per ‘esternare’ ad un pubblico selezionato (xkè è indubbio che la selezione ci sia) le proprie quotidianità.
    Si può aver voglia di scrivere come no. Di ridere in compagnia o di incavolarsi. A volte si prediligono altri modi di comunicazione più diretti.
    Riposati e come dice Rò… torna a settembre… (possibilmente il 13 ;-))
     
    Un abbraccio di buone vacanze, con una mano sola … con l’altra ho già pinne e maschera in mano eheheheh

  9. Federico ha detto:

    Come ogni altra cosa della vita, anche il blog può cominciare e finire, avere alti e bassi… Per quanto mi riguarda, per ora io continuo, non escludendo delle "pause di riflessione" (come quella attuale, peraltro dovuta a  sovraccarico di lavoro…). Continuo finché mi diverto. Vorrei solo evitare di diventare uno di quelli che vivono il blog come un dovere, con l’angoscia di dover sempre "esserci".
    Un abbraccio! 

  10. Nicola ha detto:

    Standing ovation. Se si scrive così. Altrimenti: "Applausi per Mauro".

  11. Donatella ha detto:

    Come ho già avuto modo di dire in passato, il blog deve essere un piacere senza obbligo di frequenza o di scrittura. Altrimenti sarebbe un dovere, un lavoro, e di quelli ne abbiamo fin sopra i capelli 😉

  12. Lilla ha detto:

    mauro, mauro, mauro … bbbbbiiiiiiiiiiiiiisssssssssss …
    (sono una delle fan più accanite … anzi, a tal proposito ti informo che la prossima volta che incontreremo ti chiederò la foto con dedica!!!)
     
    i "cicli" fanno parte della Vita e nei blog si raccontano pezzi di Vita affrontando temi comuni a tutti o semplicemente raccontando un pò di quotidianità … ciò non toglie che si può non avere l’ispirazione, si può non avere tempo , si può non avere voglia … fa tutto parte del ciclo …
    e non importa se il post avrà dei picchi di ascolto, se rientrerà nella media o se sarà sottoquotato … credo che "condividere" sia sempre e comunque bello e positivo … 🙂
    continua a tenerci aggiornati sulle tappe della tua … "tourné"!! 😉
     

  13. Mariko ha detto:

    Stavo per scrivere qualcosa anch’io su questo argomento. Sono tornata dalle ferie già da due settimane e non ho avuto voglia né di scrivere sul blog né di chattare, benché ogni giorno mi trovi in linea. Penso che ognno di noi debba fare quello che si sente, anche se il fatto di aggiornare il blog (più o meno frequentemente e più o meno in modo interessante) non deve essere un “capestro” per la mente. Tanto immagino che le persone che vuoi sentire, le senti lo stesso…
    Buona pausa, allora…a te e anche a me!

  14. Michele ha detto:

    Siamo sulla stessa lunghezza d’onda Mauro.
    Sono spossato, scrivo col contagocce e per lo più futilità. Ma ho esortato Micky a non chiudere, ad esempio.
    Resistere !

  15. beatrice ha detto:

    il blog lo vedocome un momento di distacco dal lavoro o dallo studio è normale che con il caldo e le vacanze si preferiscono passatempi alternativi che facciano staccare il cervello…è normale!

  16. ha detto:

    è solo stancheza psico-fisica….vattene in ferie …" Torna a Settembre"…( Rock Hudson e Gina Lollobrigida)…:-)

  17. Paolo ha detto:

    come dici tu Mauro, la calura estiva, la voglia di relax mentale, la mancanza di tempo (xkè d’estate paradossalmente si fanno più cose che in inverno almeno io) portano ad allontanarsi dal blog
    lo trovo fisiologico. e poi chi ti dice che anche da una cosa di basso profilo non possa uscire un alto spunto di riflessione ? se pensi al fatto che newton capì la fora di gravità dalla caduta di una mela, tutto diventa possibile

  18. Tribuno ha detto:

    Non è certo obbligatorio avere sempre qualcosa da dire, da scrivere, da condividere.
    Naturalmente le condivisioni sono sempre ben accolte da chi sipredispone positivamente.
    Capita a tutti un periodo in cui il blog, come ogni altra cosa, può scendere di qualche gradino nella scalinata delle priorità. Certo è che tenere in ogni caso aperti certi canali di comunicazione, non dovrebbe causare danni.
    A presto e buone vacanze.

  19. Du ha detto:

    Ci ho fatto caso anche io che in molti stanno chiudendo..Beh io domani affronterò il mio ultimo giorno di lavoro. Dopo di che per tre settimane sparirò dalla circolazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...