Amburgo capoluogo

 
La regione Campania ormai è destinata a essere assorbita in uno dei Lander tedeschi.
Non perché la lingua tedesca abbia sostituito i dialetti campani, né perché l’operosità e l’efficienza teutonica abbiano contagiato i miei corregionali, ma per il motivo che dipende, per la propria sopravvivenza, dalla città di Amburgo.
E’ grazie ad Amburgo e a un suo laboratorio di analisi che è stato possibile affrontare la crisi diossina nella mozzarella, che sembra destinata a risolversi ma, soprattutto, è grazie ad Amburgo e ai suoi termovalorizzatori che buona parte dei rifiuti prodotti nella regione sono stati raccolti dalle strade. Migliaia di tonnellate di immondizia stipata in decine di container e caricata su treni sono stati inviate in Germania dove sapranno utilizzarla come risorsa energetica.
E così mentre ancora qui si discute   sui termovalorizzatori e si aprono nuove discariche, lì si arricchiscono su quello che noi gettiamo via e ci ritorna nell’ambiente e nella catena alimentare.
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Città. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Amburgo capoluogo

  1. Matteo ha detto:

    Mamma mia, se non fosse per loro. Certo è che non credo che gli altri paesi siano disposti a pulirci il sederino all’infinito. Ok, finche ci guadagnano hanno il loro tornaconto, giusto così, ma poi? Sono cavoli amari se non impariamo a svegliarci!

  2. Michele ha detto:

    Qua nel video.

  3. maria ha detto:

    Potrebbero provare a fare la mozzarella alla griglia direttamente negli inceneritori e lanciarla come ricetta crucco-partenopea.

  4. Michele ha detto:

    Uno dei tanti motivi per i quali ci prendono per il c..o in tutta Europa.
     

  5. Fabio ha detto:

    se sono proprio alcuni cittadini a fare del caos ostacolando il lavoro dello Stato…

  6. Du ha detto:

    Nessuno parla neanche di TBM, che sono l’alternativa ai termovalorizzatori..

  7. clelia ha detto:

    Monnezza e inceneritori: ma perchè nessuno comincia a parlare di raccolta differenziata, di imballaggi e riciclaggio?
    Qua non è che siamo fessi, è che qualcuno ci guadagna.

  8. micky ha detto:

    ccà qualcuno è fesso!

  9. Dott. Paolo ha detto:

    Ma io sono l’unico a cui piace la diossina?!

  10. Virginia ha detto:

    sono stata l’altro giorno a salerno in gita con i ragazzi di scuola. lì è tutto pulito, perchè?
     

  11. Alberto ha detto:

    infatti sto imparando il teteschko

  12. salmastro ha detto:

    scusa l’indelicatezza… ma sono convinto che se in casa mia ho un problema da risolvere,magari non ci dormo la notte,ma sta tranquillo che una soluzione la trovo…. non me ne sto lì ad aspettare che arrivi lo straniero od il vicino
    di casa a risolvermelo…. tantomeno lo stato

  13. Nicola ha detto:

    A me i tedeschi non piacciono, a parte questo manca la volontà popolare di risolvere la cosa. Il fatto che siano tedeschi (o francesi o milanesi) a mangiarci sopra è solo un dettaglio.

  14. Donatella ha detto:

    Da noi una volta si diceva "ccà nisciuno è fesso"… oggi come oggi, vedendo quanta ricchezza produce (per gli altri) la nostra immondizia, mi sa che siamo fessi assai…

  15. Giulio ha detto:

    A me piace vivere in Italia però vorrei l’organizzazione tedesca… Mi sa che è chiedere troppo

  16. Signora ha detto:

    E’ meglio che io non ci pensi… altrimenti addio al mio relax festivo…

  17. perlinavichinga ha detto:

    d’altra parte sarebbe stupido per altri non approfittarne…quello che vi auguro e che anche voi abbiate qualcuno di non stupido che si adoperi davvero per risolvere questa situazione…leggendo quest’ultimo libro infatti è ricomparso uno degli "evangelisti" del libro da me precedentemente letto. dovrò recuperare.

  18. ha detto:

    detto siculo:
    MANCIA RU TO MANCIA E RU TO’ SAZIATINNI
    traduco:
     
    MANGIA DEL TUO … E DEL TUO SAZIATENE.

  19. Daniele ha detto:

    Questo fenomeno è conosciuto dagli esperti come S.P.M.C.A. (Sindrome da Presa a Martellate nei Coglioni Autoindotta) e gran parte della popolazione italiana ne è affetta.I rifiuti che vanno ad Amburgo sono un esempio, o anche il non volere le centrali nucleari e comprare a peso d’oro energia dalla Francia… cioè, dalle centrali nucleari francesi che stanno a 200 km da casa mia.Questa malattia è anche conosciuta come "volere i cessi e non volerli pulire"

  20. Paolo ha detto:

    cosa ne pensi tu delle intenzioni del governo riguardo la situazione rifiuti ?
    fanno bene con la linea dura o fanno male ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...