Lauta mancia

 
La memoria è strana.
C’è una serie di ricordi, la maggior parte senza nessun nesso logico o spazio-temporale tra di loro, che mi tornano in mente spessissimo, a volte anche senza una ragione o un’associazione con il momento in cui ciò si verifica.
Ci vorrebbe uno psicologo freudiano o junghiano per spiegarmi questo strano evento.
Però se qualcuno, nel 1969, abbia ritrovato un elefantino azzurro, davanti al mio asilo, è pregato di restituirmelo.

                                                                                                                    elefantino2

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Note personali. Contrassegna il permalink.

22 risposte a Lauta mancia

  1. maria ha detto:

    ognuno dietro alla fortuna
    e lanceremo sguardi e sassi a coglier la luna!
     
    🙂

  2. Enri ha detto:

    Grazie, mauro, per il tuo commento al post.
    Credo di aver capito la tua paura, perche’ appartiene anche a me.
    Io non mi arrendero’, e qualunque cosa accada, continuero’ a Volere, con tutte le mie forze, fino all’ultimo giorno.
    CI dedico una poesia, a me, te, e tutti quelli che come noi, a volte, hanno paura.
    Non te la posto qui perche’ e’ lunga…
    la troverai in Internet..
    E’ di Evtusenko, " Vorrei nascere in tutti i paesi".
    Spero ti piaccia.

  3. clelia ha detto:

    Appropriato il tuo post in un momento come questo…Qualcuno ha detto che non ci si bagna mai dentro la stessa acqua,che siamo in continuo cambiamento ma io penso che siamo il risultato di tante circostanze che hanno lasciato dei segni, e che il passato è indelebile…Io ho perso la mia prima penna stilografica 25 anni fa e da allora ogni tanto mi viene l’ansia quando ci penso.Potere degli oggetti (e di ciò che rappresentano!)

  4. Deborah ha detto:

    Buon fine settimana
    un sorriso
    Ciao
    DEBY

  5. andrea ha detto:

    se lo avessi trovato te lo avrei detto….

  6. maria ha detto:

    Lascia stare Jung e Freud e appena trovi un elefantino azzurro in qualche negozio compratelo. Sarà un sostituto, ma meglio che sognare quello perso…;-)

  7. Federico ha detto:

    ODDIO!!!!!!! Io scherzavo, ma mi hai fatto ricordare… Avevo completamente rimosso… ce li avevo anche io, quegli animaletti lì… E credo di aver avuto anche l’elefantino! Che belli, ma come avevo fatto a dimenticarli? E soprattutto, ora che ci penso, dove li ho persi?????

  8. ariel ha detto:

    …mi dispiace…

  9. Mauro ha detto:

    Sono sicuro di averlo perso lì.
    Era proprio di plastica dura, azzuro,
    faceva parte della serie "Animali della Jungla".
     

  10. nocciolina ha detto:

    dal momento che siamo coetanei, potrei aver giocato io con il tuo elefantino, se lo avessi trovato!!!
    mi piacciono un sacco gli elefanti, portano anche fortuna con il sedere rivolto versa la porta di uscita…
    ma dove hai fatto l’asilo tu???
    nostalgico bacio

  11. Lilla ha detto:

    a chi lo dici!! sapessi quante cose riaffiorano improvvisamente e senza alcun (apparente) motivo!!
    a me piace quando succede … anche se il ricordo non è particolarmente "allegro" …
    riguardo al tuo elefantino … mi dispiace … io non l’ho trovato (non avrei potuto!!) … ma se vuoi ho un "mini-pony" … è un animale … vola … ed è azzurro … 🙂

  12. maria ha detto:

    Come lo perdesti?
     

  13. Mariko ha detto:

    Mi piace un sacco questo post! Credo che a tutti ogni tanto vengano in mente strane cose del passato senza un’apparente ragione A me piace quando succede, mi capita di emozionarmi, di sentirmi contenta, a volte anche triste. Ma è sempre una sensazione piacevole, mi sento bene e mi sento "piena".
     
    P.S. Giuro che l’elefantino non ce l’ho io!

  14. Virginia ha detto:

    ce l’ho! elefantino di plastica dura azzurro – ma davvero! – è volato qui, in attesa che scrivessi questo post…

  15. Federico ha detto:

    E pensare che io,davanti al tuo asilo, avrei potuto davvero esserci passato, nel 69… Comunque non ricordo di aver mai visto elefantini azzurri. Giuro!

  16. marilù ha detto:

    Ora accontentati della foca in silverplate e pedalare…

  17. micky ha detto:

    non mi permetto nemmeno di ricordarti cosa direbbe Freud di te che pensi di aver smarrito un elefantino…

  18. Nicola ha detto:

    Freudianamente parlando ho paura che l’analisi non ti farebbe onore, meglio pensare solo alla malinconia.
    Ciauz

  19. Mauro ha detto:

    può essere stato rinvenuto in qualche scavo archeologico….

  20. Michele ha detto:

    Sono fuori gioco per un discorso spazio-temporale. Più temporale che spazio.

  21. Du ha detto:

    Troppo presto dovevo ancora arrivare…

  22. Signora ha detto:

    seee e tu pensi che io che facevo prima superiore passassi davanti al tuo asilo??
    strana sensazione… la stessa che ho avuto io oggi… ma svoltasi mooolto prima…. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...