Operazione de Gennaro

Nel film culto "Operazione San Gennaro" una banda composta da malavitosi napoletani e americani, sotto la guida tecnica di Nino Manfredi e quella spirituale di Totò, riusciva a portare fuori del duomo il favoloso tesoro di San Gennaro.

Riuscirà il supercommissario de Gennaro a portar via da Napoli il suo nuovo tesoro, l’immondizia?

DSCN5121

Napoli – 2007

 

Technorati Tag: ,,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Operazione de Gennaro

  1. Michele ha detto:

    Mi allineo ai "no".

  2. Giustino ha detto:

    (con riferimento alla tua domanda sul mio post) Esatto! Con la compresenza del raffreddore, assume tutto un tono come dire, pericolosamente influenzale…
     
    Da campano non posso che unirmi alla tua speranza (ovviamente contribuendo con la raccolta differenziata!). Davvero speriamo che quest’emergenza faccia aprire gli occhi una volte per tutte a chi li ha tenuti chiusi per tutti questi anni.  

  3. rosa ha detto:

    Che Italia ragazzi!!! 😦

  4. Riccardo ha detto:

    Siamo davvero nella… adesso una nuova emergenza, nuovi fondi, nuovi appalti.
    alla prossima emergenza, figlia della cronica ignoranza e dell’acuta furbesca gestione pubblica.
     

  5. Gian ha detto:

    Adoro il film di Totò & company!
    Me lo sono rivisto pure quest’estate con molto orgoglio e piacere 😀

  6. Virginia ha detto:

    e adesso, invece di venire tu in visita, mi mandi i tuoi rifiuti solidi urbani? che impertinente!

  7. Paolo ha detto:

    ehiiiiiiiiiiiiiiiii
    l’hai detta grossa. se non si passa a metodi rivoluzionari col cavolo che la munnezza
    va fuori da Napoli !

  8. Ciro ha detto:

    in qualche modo si farà…
    e noi napoletani ci risveglieremo in estate.
     
     

  9. Donatella ha detto:

    Il film che hai citato è assolutamente uno dei miei preferiti… potrei quasi recitarlo a memoria…
    Sull’impresa del nuovo Commissario all’Emergenza Rifiuti, forse il film da citare è Mission: Impossible!
    Che Dio gliela (e ce la) mandi veramente buona… perché con l’appena appena sufficiente non ce la facciamo più!
    Buona giornata

  10. Du ha detto:

    Direi che avrebbe del miracoloso..

  11. Andre ha detto:

    Io direi di no.

  12. Giulio ha detto:

    Più che altro io mi chiedo se si riusciranno finalmente a costruire dei validi termovalorizzatori per smaltire anche in futuro tutta la spazzatura prodotta oppure salterà fuori sempre qualcuno a dire NO? Perchè non basta dire no all’inceneritore, alla discarica (ed allargando il discorso, alla TAV, a nuove autostrade, al nucleare, ecc), bisogna anche trovare valide alternative!Non vogliamo la spazzatura in strada ma non vogliamo neanche gli inceneritori o le discariche? E qual’è l’alternativa? Spendere 10 volte tanto perchè qualcuno (vedi tedeschi) le bruci per noi? Non vogliamo il nucleare però poi compriamo elettricità (a caro prezzo) dall’estero dove costruiscono apposta centrali nucleari per fornircela? Ma se una di quelle centrali salta pensiamo forse per il solo fatto che è 10 km oltre il confine che noi staremo al sicuro? Non è meglio a questo punto costruirla in Italia ed almeno poi l’elettricità non la paghiamo 10 volte il suo prezzo?Ok, ho fatto una filippica noiosa ma sono queste le cose che in Italia mi fanno incazzare un casino…

  13. Lilla ha detto:

    nei film e nelle favole spesso si conclude con: "e … vissero felici e contenti" … nella realtà … le cose sono … "un filino" … diverse 🙂

  14. ha detto:

    a sto punto solo un miracolo….

  15. Fabio ha detto:

    non lo sò

  16. Virginia ha detto:

    amen!

  17. maria ha detto:

    Mistero della fede…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...