Cineforum progressio

Detto così sembra il titolo di una enciclica, ma da ieri sono di nuovo iscritto a un cineforum.
Questa parola fa tornare in mente quelle immagini anni ’70 delle sale d’essai, rigorosamente di sinistra, dove proiettavano film provenienti da paesi dell’Europa dell’Est o da paesi asiatici, serate di una noia mortale che terminavano con il terribile dibattito, dove ognuno proponeva la propria chiave di lettura, spesso sociologica o politica. Massacrato dalla celeberrima scena in cui Fantozzi capeggia una rivolta degli impiegati a suon di Giovannona coscialunga, il cineclub è risorto negli anni 90 piegandosi al gusto commerciale dello spettatore. Poi una nuova eclissi dovuta al fenomeno del noleggio film a prezzi bassi e alla diffusione della tv satellitare che trasmette film in continuazione.
Ma un film visto in tv non ha lo stesso effetto del grande schermo, ce lo diciamo tutti, sempre.
Ho avuto la tessera di un cineforum per molti anni, nel periodo di massima passione cinematografica, quando in una settimana potevo anche andare tre volte al cinema.
Adesso ci riproviamo, un’occasione in più per uscire la sera, fare cose, vedere gente.
 

Trapani – 2007
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Cineforum progressio

  1. Andre ha detto:

    Soprattutto discutere, che secondo me è una cosa che manca.

  2. Virginia ha detto:

    Il nostro cinema d’essai d’elezione era l’Universale a Firenze – dove credi che li abbia visti tutti i Bergman-espressionistitedeschi-Visconti e via elencando? – non c’erano dibattititi, ma c’erano i nostri interminabili discorsi dopo – film. Sono sempre andata al cinema. Anche nella pancia della mamma. Anche nel passeggino. Svezzata a cinema e pane. Continuo ad andare al cinema, mediamente una volta alla settimana. E guai a chi me lo tocca! Raccontaci della tua esperienza, sono curiosa di sapere cosa si programma ora nei cineforum… ciau

  3. Mauro ha detto:

    Anche io trovo alienanti le multisala però che comodità…

  4. Lilla ha detto:

    E’ vero … ce lo diciamo sempre … vedere un film in tv non è la stessa cosa che vederlo al cinema … e la differenza non sta solo nel fatto che lo schermo è enorme … ma nell’atmosfera che si crea quando si spengono le luci … ti immergi nel film, per due ore VERAMENTE non pensi a niente … niente telefono che squilla, nessun "bisogno primario" che spunta fuori (mangiare, bere, fare pipì), nessuno che ti chiama dalla stanza accanto … insomma è un’altra cosa … ma nonostante tutto … al cinema ci andiamo pochissimo … l’ultimo film che ho visto al cinema è stato "Saturno contro" … quindi, non proprio … "l’altro ieri" … e questa latitanza non è dovuta tanto alla pigrizia o alla mancanza di tempo (quello si trova!) … è che, in effetti, come Michele, non amo i "multi-sala" … perchè non mi sembra di andare al cinema … ma di essere in un  centro commerciale … stesso traffico per arrivarci, stesso casino per trovare un parcheggio, stessa fila alla cassa … alla fine diventa uno stress!

  5. Michele ha detto:

    Io ho ricominciato ad andare al cinema da circa una annetto, un po’ meno via.E’ sempre bello, ma per bello intendo il cinema "vecchio stampo".Le multisala american-style sono odiose (tipo il Warner Village per intenderci)…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...