I blog degli altri

L’anno scorso avevo perso il film "Le vite degli altri", premio Oscar 2007 per il miglior film straniero. Riconoscimento meritato come di solito capita in questa categoria che raccoglie il meglio della cinematografia mondiale. L’ho visto qualche giorno fa.
La trama racconta di un agente segreto della temibile Stasi, che comincia a spiare la casa di un artista apparentemente allineato con il regime e che invece rivela all’ovest le terribili condizioni di vita della Germania comunista. Il lavoro dell’agente però si fa via via più intenso, la sua presenza silenziosa si fa sempre più forte nella casa dei protagonisti fino a insinuarsi nelle loro vita al punto dal cambiarne il destino.
Le vite degli altri seguite con delle microspie, vissute ascoltando le loro voci, arrivando a condividere i loro sentimenti, i drammi, le passioni. 
Non è forse quello che facciamo leggendo e commentando i blog? 
 
Vienna 2007
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

17 risposte a I blog degli altri

  1. Virginia ha detto:

    Il film è davvero molto bello e inquietante. 
    Ma sei sicuro che nei blog venga detto quella che è la realtà?
    Non è piuttosto una mediazione di realtà attraverso ciò che più interessa ognuno di noi? E se fosse una scelta fittizia? Se volessimo creare una vita parallela fatta di aspirazioni e apparenze?
    Allora cosa ci ritroveremmo a spiare? Il nulla?!?
    Ah, come sono speculativa stamattina!!! Buona domenica Mau…
    ( Sono contenta di avere una libreria simile alla tua! )

  2. Donatella ha detto:

    Ma il blog è solo la manifestazione del nostro ego: se la gente non viene a spiare ci restiamo male!
    Buona giornata
    Donatella

  3. Ferdinando ha detto:

    Ho pubblicato finalmente le famose FAQ…

  4. Mauro ha detto:

    @ Federico: potrei aver spiato tanto bene che alla fine m’è venuta voglia di vederlo il film.
    @ Marilù: modestina
    @ Duhangst e Lilla: è come scrivere un diario e lasciarlo in giro, hai presente "La chiave" ? Non il film, il romanzo.
    @ John: ti sei scelto pure un nome tipicamente russo
    @ Captain: è la tipica espressione dell’artista Mimetico nel momento di creatività
    @ Ponza, Vagner e Andrea: grazie del sostegno
    @ Nando: punto in comune, la dedica.
    @ Michele: adoro gli eccessi verbali

  5. stefo ha detto:

    http://www.jdblog.net net, net, non com!

  6. stefo ha detto:

    io faccio parte dei servizi segreti russi, quelli nuovi che nessuno sa che esistono, quelli segreti che più segreti non si può. ed è l’unico motivo per cui bloggo e vi leggo, occidentali capitalisti illusi. 😀

  7. marilù ha detto:

    Nei blog si scrive quello che vogliamo di noi comunicare agli altri e ci fa piacere venire "spiati" eheheh
     
    Sese scrittrice… ce ne corre! :-))

  8. Andrea ha detto:

    ottime osservazioni!http://www.aopletal.net

  9. Robba ha detto:

    Beh in effetti non hai tutti i i torti, è un po’ quel che facciamo, in simpatia però…ma veniamo alle cose serie: ma che faccia c’hai nella nuova testata del blog ? :-))))))))))))))))

  10. Federico ha detto:

    beh… noi quando guardiamo "nei blog degli altri" lo facciamo per divertimento e per curiosità, non come professione… ma ne siamo comunque coinvolti emotivamente!
     
    Aggiungo una cosa: come ogni brava spia, anche tu ti sei fatto sfuggire un particolare. Se mi avessi spiato con pignoleria avresti trovato in un post del 30 aprile scorso (http://federico-sc.spaces.live.com/blog/cns!7BBF9897E44C8847!972.entry) il consiglio ad andarsi a vedere quel film…
     
    Buona giornata! Federico

  11. Ferdinando ha detto:

    Mi è sempre piaciuto l’uso delle coniche come figure retoriche… iperbole, parabola ed ellisse… Comunque, il film l’ho visto un paio di mesi fa e mi è piaciuto tantissimo. Soprattutto il finale dove lo scrittore dedica il libro a…. rullo di tamburi per chi non ha visto il film. E mi sto zitto per evitare commando punitivi sotto casa… 🙂

  12. Gian ha detto:

    In effetti… torto non hai

  13. Lilla ha detto:

    Arrivo tardi … per commentare quello che avevo pensato leggendo il post … è già stato detto …
    aggiungerei solo che … noi decidiamo anche "da chi" … farci spiare ….

  14. Mauro ha detto:

    Era un’iperbole.

  15. Andre ha detto:

    Sì, è vero. E’ pressoché la stessa cosa, con l’unica differenza che chi è arrivato prima di me ha già sottolineato.

  16. Michele ha detto:

    Esagerato…
    Quoto duhangst… mi ha tolto le parole di bocca !
     
    Attento Mauro… qualcuno (io,Nando&altri) ti spia…

  17. Du ha detto:

    Si è vero, ma con una differenza fondamentale, noi siamo disposti a farci leggere e commentare e non debbono spiarci. Comunque il film mi è piaciuto molto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...