Sorelle materassi

 
Le Sorelle Materassi rappresentano un classico della televisione ancora in bianco e nero, quando le fiction si chiamavano sceneggiati e c’erano attori veri a interpretarli, non il cascàme dei reality show.
Mi è tornato in mente in questo fine settimana, in un sabato ventoso e nuvoloso che ha impedito di restare in spiaggia e ci ha costretti a rientrare a casa, dove previdentemente mi ero attrezzato per un lavoro che si può fare solo all’aperto.
Ho aperto il mio cuscino, ho tirato fuori la lana e ho cominciato ad allargarla, non so quale sia il termine tecnico ma da una massa di noduli intrecciati ne è venuta fuori, dopo quasi tre ore, una nuvola morbida che adesso riempie di nuovo il mio cuscino.
E sì, perché se non ho il mio cuscino o uno equivalente, nel senso di alto e sodo, non riesco a dormire.
Cosa che mi capita sistematicamente in albergo dove trovo quasi sempre cuscini piatti come sottilette e nemmeno se ne metto tre in pila riesco a risolvere. Il peggio è quando l’imbottitura è costituita da gommapiuma.
Ovviamente le Sorelle Materassi non c’entrano nulla, se non per una associazione di idee tra cuscino e materasso e forse perché questo lavoro in passato lo faceva mia nonna e poi mia madre.
Adesso tocca a me.
 
San Leucio – 2006
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Note personali. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Sorelle materassi

  1. riccardo ha detto:

    Se chi ha allargato la lana del cuscino é ancora in linea, mi dica come ha fatto! con le mani? ma é un lavoraccio! ci vorrebbero almeno dei pettini giganti o altri attrezzi ! Io sto in Germania e appunto qui la lana é poco usata e nessuno mi sa dire come dipanare la lana = cardare, non c’é nemmeno nel vocabolario tedesco!
    Grazie per eventuali consigli di come fare e saluti

  2. Virginia ha detto:

    abbiamo un passato comune, vedo. anche sotto la mia testa sopravvive un cuscino di lana con i bioccoli che andrebbero lievitati, ma non ho mai il tempo materiale per farlo. però… le sorelle materassi van bene come associazione ( materassi – cuscini ), ma le garbatissime ave ninchi e rina morelli facevano in quello sceneggiato – e nel romanzo – le ricamatrici di fino, come sai bene. quelle che potrebbero ricamarti una bella federa da mettere al tuo cuscino redivivo, magari…

  3. Claudia ha detto:

    Cosa nuova per me! Mai visto qualcuno che allarga la lana.
    Cuscini di lana di solito non si usano in Germania.
    Da noi si dorme su cuscini di piuma che solo se li pieghi e prendi a cazzotti diventano un po duri e sottili.
    Io li preferisco voluminosi per leggere ma piattissimi per dormire. 

  4. Ferdinando ha detto:

    Ho dato un’occhiata all’immane opera della biblioteca maumoziana… 🙂

  5. perlinavichinga ha detto:

    con me invece è semplice regalare libri, io ne sono sempre entusiasta!

  6. Cristina ha detto:

    Mi ricordo anche io quando allargavo i cuscini e i materassi con la nonna sul balcone ….
    Fino a qualche anno fa ancora lo facevo, poi mi sono convertita al cuscino di lattice .. 🙂

  7. Andrea ha detto:

    guarda che se non partecipi al mio "contest" ci rimango male … e poi non ci credo che non hai un paio di foto carine da postare!!!!! ….

  8. marilù ha detto:

    solo uno snob come te poteva mettersi a cardare la lana in casa per non cambiare il cuscino eheheh

  9. Ferdinando ha detto:

    Ricordo con gioia quando mia mamma allargava la lana 🙂 Cumuli di lana nei quali tuffarsi e poi materassi e cuscini sofficissimi nei quali sprofondare. Che bel ricordo mi ha fatto venire in mente 🙂

  10. perlinavichinga ha detto:

    questa cosa del rifarsi il cuscino non l’avevo mai sentita, sei un mito!

  11. Lilla ha detto:

    Me lo ricordo!!!! Mia madre oltre ai cuscini, aveva i materassi di lana … e ogni tanto (non mi ricordo la frequenza) ci mettevamo sul balcone a tirare fuori ed "allargare" tutti i fiocchi di lana dei materassi … intanto lavava le fodere … rimettevamo tutto "a posto" e poi con lo spago e un ago da lana lunghissimo ricostruiva le "pagnotte" del materasso …
    PS: Ma dove li trovi gli alberghi con i cuscini bassi e piatti?!?!?! Io, al contrario di te, li becco sempre altissimi … e mi tocca dormire senza cuscino!!! Una cosa è certa: … non litigheremmo mai per un cuscino … 😉
    Buona settimana!

  12. Andrea ha detto:

    mi mancano stè sorelle…!!!!

  13. Andre ha detto:

    Ah, i lavori manuali di una volta! Penso che se fossi nato in quell’epoca la mia utilità sarebbe stata pari a meno infinito.

  14. maria ha detto:

    Quindi ti posso portare i miei tre cuscini?
    Li ho già imbustati e aspettano di essere ‘aggiustati'(noi usiamo un termine in dialetto che non mi sovviene)! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...