Desìderi o desidèri?

 
Ogni volta che si avvera un desiderio, la nostra immaginazione subisce un collasso
 
Anche stavolta tra le pagine di un libro, scopro che qualcuno riesce a tradurre in poche parole un turbinìo di pensieri.
 
 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Desìderi o desidèri?

  1. agata ha detto:

    ho desiderato un rossetto

  2. xan ha detto:

    salve Maumozio,
    è la prima volta che capito quì… ho dato uno sguardo… davvero complimenti x gli argomenti, le foto…
     e per le ottime frequentazioni…
    😉
     

  3. maria ha detto:

    Come più volte ho detto in passato, anche a me Merola &co. non  piacciono!Mi dispiace umanamente della sua morte  (l’ ‘ecchissenefrega’ proprio non mi convince!) e constato che per anni ha calcato il palco della sceneggiata, rendendosi famoso in Italia e tra gli Italiani all’estero.Le condoglianze facciamole ai parenti…Ciau!

  4. io ha detto:

    E’ vero, siamo come tanti "Sisifo" raggiungiamo la vetta e poi ci ritroviamo a ripartire… Credo sia la condizione naturale dell’uomo, teso sempre a qualcosa nella speranza di afferrare un pezzo di infinito da cui proviene. Che sofferenza!

  5. Gerardo :) ha detto:

    Ah, ora ho capito, collasso nel senso negativo, che l’immaginazione non serve e sparisce. Mah, si, forse.. no. No perchè il sogno che si avvera è un sogno e lo si vive come un sogno, resta tale e sembra di fantasticare ad occhi aperti. Vincessi all’analotto la mia immaginazione ne sarebbe esponenzialmente colpita, trovassi la donna giusta farei progetti su progetti, o come fare un quadro o scrivere, si immagina mentre di dipinge, il risultato finale è un "sogno", ma non muore l’immaginazione per crearlo. Forse si collassa quando dopo la soddisfazione arriva la noia per non avere altre mete. Ma sinceramente questa idea non la comprendo. Mente limitata la mia..uff! notte.

  6. elena ha detto:

    sì, si parlava di coerenza.. così rara..
    Ti permetto di rimanere fotosnob, ma mi raccomando, coerente.

  7. Mauro ha detto:

    Ma io parlo anche di piccoli sogni, niente luna nel pozzo. E’ che a volte si costruisce tanto immaginario attorno a un obiettivo, e quando lo si ottiene, crolla tutta l’impalcatura che portava alla sommità, perché non ha più senso di esistere, ormai il desiderio è realizzato e allora si ricomincia a costruire, per un nuovo progetto…..

  8. Rocco ha detto:

    No, basta stare cn i piedi ben piantati x terra quando si sogna. Solo così la nostra immaginazione nn collasserà alla realizzazione dei nostri sperati desideri.
    Una buona serata

  9. Girolamo ha detto:

    una volta soddisfatto un desiderio, la nostra attenzione si concentra su qualcosa che ancora non è stato ancora desiderato…e così via…è un cane che si morde la coda

  10. Robba ha detto:

    Sta proprio qui la forza di un buon libro…ciao ciao

  11. marilù ha detto:

    Ci sono frasi in un libro che arrivano alla nostra mente come lampi di luce
     

    Sono la marcia in più che fa la differenza fra lo scrittore e chi non lo è.
     

  12. Sabrina ha detto:

    Bè credo sia una sintesi di ciò che ho tentato di dire nel mio ultimo post… o no?
     
     
    P.S.
    "saputello volgare e idiota"
    Sul saputello concordo, ma è un male che ogni tanto, a turno, ci accomuna tutti.
    Per il resto dissento con vigore.

  13. Gerardo :) ha detto:

    ehm.. scusa, ma collasso in senso positivo o negativo? Non aggio capito.. anche perchè i miei desideri non s’avverano mai..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...